“Thunder Run”: dietro la spinta segreta dei legislatori per approvare la legge TikTok

Poco più di un anno fa, i legislatori hanno mostrato una rara dimostrazione di bipartitismo quando hanno interrogato Shou Chew, amministratore delegato di TikTok, sui legami dell’app video con la Cina. Le loro dure domande suggerivano che Washington si stesse preparando a costringere l’azienda a recidere i legami con il suo proprietario cinese – o addirittura a vietare l’app.

Poi venne soprattutto il silenzio. Dalla commissione della Camera che ha tenuto l’udienza è emerso poco e una proposta per consentire all’amministrazione di forzare la vendita o vietare TikTok è fallita al Senato.

Ma dietro le quinte, un piccolo gruppo di legislatori ha iniziato a tramare uno sforzo segreto che è culminato martedì, quando il Senato ha approvato un disegno di legge che obbliga TikTok a essere venduto dal suo proprietario cinese, ByteDance, o rischia di essere bandito. La misura capovolge il futuro di un’app che conta 170 milioni di utenti negli Stati Uniti e che tocca praticamente ogni aspetto della vita americana.

Per quasi un anno, i legislatori e alcuni dei loro assistenti hanno lavorato per scrivere una versione del disegno di legge, nascondendo i loro sforzi per evitare di innescare il potere di lobbying di TikTok. Per proteggere il disegno di legge dalle previste sfide legali e persuadere i legislatori incerti, il gruppo ha lavorato con il Dipartimento di Giustizia e la Casa Bianca.

E l’ultima fase – una corsa alla scrivania del presidente che ha portato alcuni assistenti a soprannominare il disegno di legge “la corsa del tuono” – si è svolta in sette settimane da quando è stato presentato pubblicamente, sorprendentemente veloce per Washington.

“Non si hanno molte opportunità come questa su una questione importante”, ha affermato il deputato Steve Scalise della Louisiana, leader della maggioranza repubblicana. È stato uno dei 15 legislatori, assistenti e funzionari direttamente coinvolti nella stesura e nell’approvazione del disegno di legge che sono stati intervistati per questo articolo.

“Questa lotta va avanti da anni”, ha detto Scalise. “Abbiamo imparato molto da ogni passo e volevamo assicurarci di avere una forte posizione giuridica e una forte coalizione bipartisan per farlo.”

Il loro successo contrasta con gli inciampi di altri legislatori e funzionari americani, a partire dall’amministrazione Trump, nell’affrontare le preoccupazioni sulla sicurezza nazionale riguardo a TikTok. Affermano che il governo cinese potrebbe fare affidamento su ByteDance per ottenere dati sensibili degli utenti statunitensi o influenzare i contenuti dell’app per servire gli interessi di Pechino, inclusa l’interferenza nelle elezioni americane.

TikTok ha respinto queste accuse, affermando che il governo cinese non ha alcun ruolo nella società e che ha adottato misure e speso miliardi di dollari per affrontare le preoccupazioni. Ha anche reagito aggressivamente nei tribunali contro le precedenti azioni dei governi federale e statale.

Ma la strategia adottata dai legislatori nelle ultime settimane ha colto TikTok alla sprovvista. E mentre è improbabile che l’app scompaia dai telefoni degli utenti statunitensi man mano che vengono elaborati i prossimi passi, l’approvazione della misura da parte del Senato si distingue come la prima volta che il Congresso ha inviato un disegno di legge al presidente che potrebbe comportare un ampio divieto di un cittadino straniero. app.

In una dichiarazione, Alex Haurek, portavoce di TikTok, ha affermato che il disegno di legge “è stato elaborato in segreto, è stato presentato in tutta fretta alla Camera e alla fine è stato approvato come parte di un disegno di legge più ampio e da approvare proprio perché è un divieto che gli americani troveranno discutibile”.

Ha aggiunto che è “tristemente ironico che il Congresso approvi una legge che calpesta il diritto alla libera espressione di 170 milioni di americani come parte di un pacchetto che, secondo loro, mira a promuovere la libertà in tutto il mondo”.

Lo sforzo attorno a un disegno di legge TikTok è iniziato con Scalise, che ha incontrato la deputata Cathy McMorris Rodgers, una repubblicana di Washington, lo scorso marzo riguardo al loro desiderio di vedere una misura che riguardasse l’app.

Hanno iniziato a parlare con altri legislatori repubblicani e assistenti di diverse commissioni su un nuovo disegno di legge. Ad agosto, avevano deciso di far passare un potenziale disegno di legge attraverso un comitato della Camera focalizzato sulla Cina, il comitato ristretto del Partito comunista cinese, guidato dai rappresentanti Mike Gallagher, un repubblicano del Wisconsin e il suo presidente, e Raja Krishnamoorthi, un democratico dell’Illinois.

Il comitato bipartisan ha abbracciato rapidamente lo sforzo. “Ciò che abbiamo riconosciuto è che c’erano così tanti approcci diversi e che le questioni tecniche erano così complesse”, ha detto Krishnamoorthi.

Quindi il comitato ha escogitato una strategia: ottenere il sostegno dei democratici, della Casa Bianca e del Dipartimento di Giustizia per un nuovo disegno di legge.

I loro sforzi hanno avuto un impulso dopo che TikTok è stato accusato da legislatori tra cui Gallagher e altri di aver intenzionalmente spinto contenuti filo-palestinesi e anti-israeliani lo scorso anno tra i suoi utenti. Krishnamoorthi e altri hanno affermato che il conflitto Israele-Gaza ha alimentato l’appetito dei legislatori di regolamentare l’app.

A novembre, il gruppo, che allora contava meno di 20 persone chiave, ha coinvolto funzionari del Dipartimento di Giustizia, tra cui Lisa Monaco, vice procuratore generale, e personale del Consiglio di sicurezza nazionale per contribuire a garantire il sostegno dell’amministrazione Biden a un nuovo disegno di legge. .

Per anni, l’amministrazione aveva valutato una proposta di TikTok, chiamata Project Texas, che mirava a mantenere i dati sensibili degli utenti statunitensi separati dal resto delle operazioni dell’azienda. I funzionari del Dipartimento di Giustizia e del Consiglio di Sicurezza Nazionale hanno accettato di sostenere il nuovo disegno di legge in parte perché ritenevano il Progetto Texas inadeguato a gestire le preoccupazioni di sicurezza nazionale che coinvolgono TikTok, hanno detto due funzionari dell’amministrazione.

Nelle conversazioni con i legislatori, i funzionari della Casa Bianca hanno sottolineato che volevano che ByteDance vendesse TikTok piuttosto che imporre un divieto, in parte a causa della popolarità dell’app tra gli americani, hanno detto tre persone coinvolte nel processo.

Il Dipartimento di Giustizia e la signora Monaco hanno fornito indicazioni su come scrivere il disegno di legge in modo che potesse resistere alle sfide legali. TikTok ha precedentemente respinto i tentativi di vietarlo citando i diritti del Primo Emendamento dei suoi utenti. I funzionari hanno spiegato come formulare il disegno di legge per difendersi da tali affermazioni, citando la sicurezza nazionale.

Con il sostegno dell’amministrazione in mano, il gruppo ha silenziosamente sollecitato più sostenitori alla Camera. Il Dipartimento di Giustizia si è unito ai membri dell’Ufficio del Direttore dell’intelligence nazionale e dell’FBI per informare le commissioni della Camera sulle minacce poste dalla proprietà cinese di TikTok. Le relazioni sono state poi consegnate al Senato.

La signora Monaco ha anche incontrato individualmente i legislatori, avvertendoli che TikTok potrebbe essere utilizzato per interrompere le elezioni statunitensi.

“Ha costruito un caso forte e abbiamo concordato che non solo era in corso la raccolta dei dati, ma ha anche condiviso che ci sono 170 milioni di americani vulnerabili alla propaganda”, ha detto il senatore Mark Warner, democratico della Virginia, di un incontro con la signora Trump. Monaco a Monaco di Baviera nel mese di febbraio.

Il 5 marzo, Gallagher e Krishnamoorthi hanno annunciato il disegno di legge e hanno nominato circa 50 membri della Camera che lo hanno approvato. Il Comitato per l’Energia e il Commercio, presieduto dalla signora McMorris Rodgers, ha approvato il disegno di legge quella settimana.

TikTok, che stava negoziando con i funzionari statunitensi sul suo piano Project Texas, è stato colto di sorpresa. Secondo i documenti visualizzati dal New York Times, ha rapidamente inviato informazioni ai membri del comitato per l’energia e il commercio delineando i contributi economici di TikTok nei loro distretti. Ha anche utilizzato un messaggio pop-up sulla sua app per invitare gli utenti a chiamare i legislatori per opporsi a un divieto.

Ma quando centinaia di chiamate si sono riversate negli uffici di alcuni legislatori, anche da parte di chiamanti che sembravano minorenni, alcuni legislatori hanno ritenuto che il disegno di legge fosse stato travisato.

“A quel punto ha trasformato molti sì magri in sì infernali”, ha detto Krishnamoorthi.

Trump, il presunto candidato repubblicano alle presidenziali, ha espresso la sua opposizione al disegno di legge, provocando il panico. Ma Scalise ha detto di aver esortato Trump a riconsiderare la situazione e si è proceduto al voto.

Due giorni dopo la presentazione del disegno di legge, la commissione della McMorris Rodgers ha votato con 50 voti a favore e 0 contrari per portarlo in plenaria, dove è passato la settimana successiva con 352 voti a favore e 65 contrari.

C’erano lacrime di gioia nell’ufficio del signor Krishnamoorthi, hanno detto due persone. I membri dello staff del signor Gallagher hanno festeggiato con una torta biscottata inviata dal signor Scalise, uno dei suoi premi distintivi per una legislazione di successo.

Nonostante la rapida approvazione del disegno di legge alla Camera, il suo futuro al Senato era incerto. Alcuni senatori, tra cui potenti presidenti di commissioni come Maria Cantwell, una democratica di Washington, e Warner, hanno preso in considerazione modifiche al disegno di legge in un processo che potrebbe rallentarlo in modo significativo.

Il disegno di legge della Camera ha concesso a ByteDance sei mesi per vendere TikTok. I senatori volevano estendere la tempistica e dettagliare le preoccupazioni del governo sulla sicurezza nazionale riguardo a TikTok nel disegno di legge, per chiarire ai tribunali come giustificava la misura.

Mentre il Senato lavorava al disegno di legge, TikTok ha contattato gli uffici dei legislatori e ha speso almeno 3 milioni di dollari in pubblicità per difendersi. Ha ricoperto le onde radio negli stati chiave con spot pubblicitari che descrivono come gli utenti, come suore e allevatori, si guadagnano da vivere e costruiscono comunità attraverso l’app.

TikTok ha avuto anche il sostegno di gruppi conservatori come Club for Growth e Cato Institute, entrambi sostenuti da Jeffrey Yass, un importante investitore nell’app, e organizzazioni liberali come l’American Civil Liberties Union, che ha affermato che il disegno di legge viola i diritti del Primo Emendamento degli americani.

Un portavoce del Club for Growth ha affermato che il signor Yass “non ha mai chiesto al Club di prendere una posizione o un’azione per suo conto”.

Alcuni gruppi facoltosi della destra si sono mobilitati per sostenere il disegno di legge. Una era l’American Parents Coalition, sostenuta da Leonard Leo, un attivista conservatore, che a marzo ha condotto una campagna pubblicitaria chiamata “TikTok is Poison”. Un portavoce del signor Leo ha detto di essere “orgoglioso di sostenere” gli sforzi del gruppo.

Anche alcuni nella Silicon Valley si sono espressi a favore del disegno di legge, tra cui Vinod Khosla, un venture capitalist, e Jacob Helberg, un consulente politico senior dell’amministratore delegato di Palantir.

Bijan Koohmaraie, un avvocato dell’ufficio di Scalise che ha contribuito a promuovere il disegno di legge, ha affermato che una delle ragioni principali per mantenere segreto il processo per così tanto tempo è stata quella di tenere lontani i lobbisti.

“Nessuna azienda ha avuto alcuna influenza o ha contribuito alla stesura di questo disegno di legge dall’esterno”, ha detto.

Mentre il disegno di legge veniva presentato al Senato, si presentò una nuova opportunità. La scorsa settimana il presidente della Camera Mike Johnson ha annunciato un tentativo di approvare aiuti esteri a paesi tra cui l’Ucraina. Per assicurarsi di avere i voti, Johnson ha compiuto il passo insolito di allegare un pacchetto di leggi popolari tra i repubblicani, inclusa la misura TikTok.

I senatori si sono affrettati ora che la Camera aveva forzato la mano. L’ufficio della signora Cantwell ha chiesto alla Camera numerose modifiche alla misura, ha detto una persona a conoscenza della questione.

I legislatori della Camera hanno apportato solo una modifica richiesta dal Senato. La versione del disegno di legge contenuta nel pacchetto di aiuti ha esteso il termine per la vendita di TikTok da sei mesi a nove mesi. Il presidente può aggiungere altri 90 giorni se ByteDance avrà fatto progressi nella vendita di TikTok.

“La cosa più importante è avere abbastanza tempo per effettuare una vendita”, ha detto la signora Cantwell.

Il cambiamento è stato sufficiente. Martedì tardi, il Senato ha approvato il disegno di legge a stragrande maggioranza, 79 a 18. Il presidente Biden dovrebbe firmarlo e trasformarlo in legge già mercoledì.